ORO MUSIWA 2016

E’ terminata la mostra internazionale di mosaico “ORO MUSIWA” che aveva come tappa Roseto degli Abruzzi presso Villa Paris.

In esposizione ho portato due pezzi,anzi 3, i primi due fanno parte di un ciclo di sette sculture raffiguranti i 7 vizi capitali, e sono “l’ accidia e l’avarizia” rivestite interamente in mosaico di tessere vetrose, il terzo pezzo è un pannello musivo dal titolo “Creazione cosmica”, raffigurante la nascita come azione primordiale tra due elementi/mondi/cellule che unendosi generano la vita. (Vedi foto)
Una location suggestiva ed elegante dove i mosaici di Mosaicromie creazioni in mosaico a Roseto degli Abruzzi si incastonavano come gemme preziose all’ interno e all’ esterno della struttura.

Il mosaico come forma d’arte contemporanea ha delle potenzialità enormi e una versatilità inimmaginabile, è si, la forma d’arte più antica insieme alla scultura, (i primi mosaici risalgono ai tempi dei Fenici) ma è anche quella più suggestiva ai tempi d’ oggi.
Materia, contaminazioni, fusioni, alchimie… sono le parole che mi suscita il mosaico contemporaneo, le trame sono infinite, le sperimentazioni la fanno da padrona, e come disse Duchamp … L’ opera d’arte può dirsi tale quando alla catena di reazioni che accompagnano l’atto creativo manca un anello; questo scarto, che per l’artista rappresenta l’impossibilità di esprimere in modo completo la propria intenzione, questa differenza tra quanto aveva programmato di realizzare e quanto ha effettivamente realizzato, è il personale “COEFFICIENTE D’ARTE” contenuto nell’opera, ossia una relazione aritmetica tra “quello che è inespresso ma era programmato, e quello che stato espresso e non era programmato”

0 0
Feed